DutchPens.com

Pineider...

Dal 1774, Pineider offre alle persone gli strumenti per creare la propria storia, la propria storia. Senza la ricerca della memoria, non si può affrontare la sfida del futuro. Nell'era digitale di oggi, in cui le parole possono essere riprodotte all'infinito e vagare liberamente nel cyberspazio, la carta e la penna conservano la fragile bellezza di qualcosa che non può essere replicato. Prodotti esclusivi, che riflettono la vostra personalità, che vi porteranno con un tocco sottile in prima linea...

Pineider

Una storia di rilevanza contemporanea nell'arco di due secoli.
L'inizio di quello che sarebbe diventato un successo
La forza di un'affezione personale sta dietro a questi quattro numeri. Uno, sette, sette, quattro. Il 1774 segna l'inizio di quella che sarebbe diventata un successo, ma che allora era solo una piccola impresa manifatturiera. È un anno di ambizioni per Francesco Pineider, l'imprenditore che porta con sé tutto il vigore della sua Val Garde-na - nel cognome come nell'anima - e lo fonde con la grazia culturale di Firenze. Nella città toscana, Pineider aprì il suo primo laboratorio in Piazza della Si-gnoria: una chiara sfida alla bellezza del David di Michelangelo, che osservava ogni giorno dalla finestra. Perché Pineider era anche uno scultore: plasmava l'eleganza dei personaggi, cesellava a mano i rilievi, affinava incessantemente le tecniche di stampa riproducendo edifici e monumenti delle più belle città d'Europa.

Uno stile essenziale e raffinato
Il suo stile essenziale e raffinato attirava il gusto delle élite per la carta intestata e i biglietti da visita unici, il privilegio di un monogramma intagliato a mano o il lusso di un ornamento in oro zecchino
Il suo senso estetico era così eccezionale che nel 1800 aveva affascinato politici, scrittori e poeti, da Napoleone a Lord Byron a Stendhal. I turisti romantici si innamorarono delle cartoline artistiche di Pineider. Rimasero incantati dalla personalità e dalla bellezza che Francesco portò a Roma nel 1871, quando aprì un nuovo negozio per offrire i suoi preziosi strumenti alla corte reale, ai ministeri e alle ambasciate che si erano trasferite nella nuova capitale d'Italia.

1888 un nuovo capitolo
La piccola bottega di Pineidersi trasforma in un'azienda a tutti gli effetti
Ma tutti questi segni di crescente riconoscimento non spengono la passione imprenditoriale di Pineider. Pochi anni dopo, nel 1888, dopo aver aperto un altro negozio a Firenze tra i palazzi nobiliari di via de' Tornabuoni, la piccola bottega di Pineider si trasforma in una vera e propria azienda. Inizia a importare dagli Stati Uniti le prime penne stilografiche moderne, con un accordo di esclusiva: un nuovo capitolo della sua storia, che aggiunge inchiostro e carattere alla sua produzione. È anche un periodo di ricerca costante, impaziente e tormentata, di una creatività che anela alla perfezione, che dura nel tempo e che sembra innalzare una barriera simbolica contro il progresso, sussurrando l'idea che ogni genio ha i suoi limiti. Ma Pineider realizzò una serie di bozzetti dallo stile così elevato da diventare una collezione.

La collezione del 1949
Unomonimo del suo tempo
Così bella che i suoi disegni ingannarono persino l'alluvione del 1961, sopravvivendo a una tragedia storica. Salvata dalla sua stessa meraviglia espressiva, dagli anni Duemila è stata scelta dal governo italiano come dono offerto ai suoi eventi più importanti. Un set da scrivania da viaggio, una valigetta, una penna... dettagli quotidiani distinti, raffinati e delicati, che da sempre descrivono la biografia contemporanea dei clienti Pineider, nonché l'attuale posizione internazionale del marchio.

Scoprire il nostro

Prodotti popolari di Pineider

Stimolare il rispetto...

SOTTILIZZATO

Incarnare l'artigianato e la classe senza tempo.
"L'eccellenza rinomata che fa parte dell'eleganza consolidata. Alcuni gesti hanno l'eleganza nella loro essenza, indipendentemente dalle mode passeggere. Un sorriso ingiustificato, il giro del collo per assicurarsi che una porta non si chiuda sul viso di qualcuno, tacere per non causare dolore, mettere la giacca sulle spalle di chi ha freddo o scrivere a mano su un unico foglio di carta."

CONFIDENZIALE

Collegare il patrimonio con la modernità.
Il coraggio del passato che ci fa progredire e dà senso al domani. In ogni scrittura a mano è incarnata una personalità unica e inconfondibile. Chi scrive a mano rivela la propria interiorità: le ansie, i tremori e le incertezze, gli alti e i bassi. Chi scrive a mano fa un patto con se stesso, per rimuovere la facciata della tastiera e sussurrare: che vi piaccia o no, questo sono io.

Controlla il nostro

Pineider Nuovi arrivi

Iscriviti alla nostra newsletter mensile

Collezione Top

Eccellenza

Ultime notizie

Dal blog

Spedizione gratuita in tutto il mondo

... Spedizioni UE > 200€
... Spedizioni ROW > 400€

acquisti/spedizioni esenti da imposte

... al di fuori dell'UE spedizioni
... vedi Termini e condizioni

Assistenza clienti 24/7

... comunicazioni confortevoli
... risoluzioni rapide ed efficaci!